SEI RICCO...? AIUTA I POVERI...

 

 

Se sei ricco, ricordati che non hai amici più vicini delle mani dei poveri. La vera ricchezza non è quella che possiedi ma quella che dai. I tuoi beni sono del Signore , egli te li ha dati perchè tu ne faccia parte ai poveri. Considera un grande guadagno ciò che elargisci per alleviare le sofferenze altrui. Dona con gioia, pensando di ricevere più che di dare. Il Signore ama chi dona con gioia. 

 

L'agricoltore non ritiene una perdita ma un guadagno gettare il seme nel terreno. Quando dai al povero la tua offerta semini per un frutto assai più copioso, poichè quanto offri in elemosina è Cristo che lo riceve per le mani del povero.  Come il frumento che cade in terra va a vantaggio di colui che l'ha seminano, cosi il pane dato all'affamato riporta molti benefici. Non voltare la faccia al povero e Dio non la volterà a te. 

Non beneficare il povero per averne lode dagli uomini. Gli uomini non sono in grado di giovarti in nulla, solo Dio ti darà una ricompensa eterna.

 

Quando fai un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato, perchè non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti. Un giorno Gesù ti dirà: Vieni, benedetto dal Padre mio, prendi posseso del regno preparato per te fin dalla fondazione del mondo. Perchè ho avuto fame e mi hai dato da mangiare, ho avuto sete e mi hai dato da bere, ero nudo e mi hai ricoperto. Gesù ha fame e sete nel povero. 

 

 

Il denaro non è ostacolo per la salvezza , ma è un aiuto per conseguirla quando si impegna a vantaggio dei bisognosi. Affida le tue ricchezze in custodia a Dio per mezzo dei poveri. Quando verrai meno in questa vita essi ti accoglieranno nella beata eterna del paradiso.