SEGUIRE GESU'

 

 

IL PROGETTO DI DIO SU OGNUNO DI NOI

Ogni uomo, per il fatto stesso di essere al mondo, è in stato di * vocazione *. Attraverso le vie misteriose degli eventi umani più ordinari e oscuri, Dio lo chiama all'esistenza per un suo particolare progetto di amore. La vocazione infatti, come l'esistenza, è sempre una chiamata personale. Dio non creare gli uomni in serie; non usa lo stampo; parla a ciascuno personalmente. 

 

PARLA SIGNORE IL TUO SERVO TI ASCOLTA

Scoprire la propria vocazione significa scoprire il progetto di vita che Dio ha su ciascuno di noi, perchè l'iniziativa è sempre di Dio. Approfondire l'iniziativa preveniente di Dio porta con sè tutto un processo di interiorizzazione e di scoperta progressiva delle esigenze spirituali e morali della propria vocazione. 

Il binomio di * chiamata * e di * sequela Cristi * rappresenta, d'altronde, una delle categorie fondamentali della vita cristiana, la cui struttura è chiaramente dialogica, fatta cioè di domanda e di risposta, di appellì che passano attraverso le vicende della vita e di risposte che si esprimono non solo in professioni di fede o in preghiera, ma in scelte di vita e in continua disponibilità del cuore. La categoria del dialogo esprime anche un'altra caratteristica fondamentale della vita cristiana; la dinamicità. Il cristiano non è colui che ha in tasca la soluzione di tutti i problemi, che possiede come una specie di assicurazione sulla vita di fronte agli interrogativi del presente e del futuro. Egli si sente, al contrario, come un uomo in ricerca, le cui certezze sono continuamente messe in questione dagli avvenimenti. E tuttavia il suo legame con Cristo fa di lui un ricercatore originale, perchè il suo cammino in qualche modo è già stato tracciato e percorso, e la mèta è raggiungibile.

 

 

CAMMONARE  INSIEME

Anche se l'appello di Cristo * venite e vedrete * si fa sentire come invito personale e si chiarisce nel cuore di una intimità sempre nuova e irripetibile, esso apre sempre la strada a una esperienza comunitaria. 

L'incontro personale con Gesù suscita l'ncontro personale e comunitario con tutti coloro che hanno fatto l'esperienza di questo incontro, e dà l'avvio alla costituzione di una comunità nella quale il vivere insieme e il * seguire * insieme Gesù diventa una caratteristica essenziale. Accanto alla vocazione personale c'è, quindi, la vocazione a far parte di un popolo che si chiama Chiesa; che vuol dire, appunto, la * convocata * la * eletta *, la * chiamata *.

 

SEGUIRE  GESU'

 

 

Guardiamo quello che ha fatto Gesù. Egli ha seguito fedelmente la volontà del Padre suo, tanto che sul punto di morte ha gridato; * tutto è compiuto *. Ma questa volontà faceva di lui un uomo libero. Egli ha proclamato al mondo una parola nuova, creatrice, quella appunto che aveva ascoltato dal Padre suo. Se egli chiama dei discepoli a seguirlo è soltanto per dire loro; * Come il Padre ha mandato me così io mando voi *. 

Il seguire Gesù e l'essere mandato è uno stesso movimento. Proprio perchè gli apostoli hanno seguito Gesù, sono stati inviati in tutto il mondo. Legati a lui, liberi da qualunque legame con le tradizioni e con qualunque potenza di questo mondo, essi hanno creato delle comunità nuove, fatte di uomini liberi e fratelli. 

Seguire vuol dire, dunque, andare avanti, creare. Non da soli, ma insieme con lui, e rimanendo in comunione con tutti coloro che lo seguono e sono legati a lui da questo legame unico e molteplice che è stato creato dalla sua chiamata. Chi si siede o si adagia nelle proprie abitudini, chi si integra in un sistema perfetto, dove tutto è previsto e predeterminato.. questi non segue più, perchè non ascolta più la voce di Gesù che lo precede nel cammino e lo invita a lasciare le false sicurezze per una ricerca sempre rinnovata. Il Signore ci chiama ogni giorno e la nostra risposta deve essere sempre nuova.

CHE  COSA  CERCATE...?????

Ogni giorno Gesù ci chiede; cosa cerchi..??  Una domanda ben precisa, rivolta ai discepoli, che lo stanno seguendo, ma rivolta anche a noi, a me personalmente. Il Signore fissa il suo sguardo su di me, dentro di me e mi chiede;  Che cosa stai cercando ? Non è facile rispondere a questa domanda; devo scendere dentro nel mio cuore e lì ascoltarmi, misurarmi, verificarmi.  Che cosa io cerco veramente ?? Chi cerca il Signore non manca di nulla; Ora voglio anch'io pormi in questa ricerca ..????

PREGHIERA;

Padre, ti ringrazio per avermi donato la presenza del tuo Figlio Gesù,

grazie per avermi fatto ascoltare la sua voce,

per aver aperto i miei occhi per riconoscerlo,

grazie per avermi messo sulla sua strada per seguirlo e per entrare a casa sua.

Grazie perchè posso dimorare con lui, in lui e perchè lui, con te, siete in me.

Grazie per avermi, ancora una volta, chiamato, facendo nuova la mia vita.

Fà di me, ti prego, uno strumento del tuo amore; 

che io non smetta mai di annunciare il Cristo che viene; 

che io non mi vergogni, non mi chiuda, non mi spenga, 

ma diventi sempre più felice, per condurre a lui, a te 

i fratelli e le sorelle che tu ogni giorno mi fai incontare.