Gli esclusi sono preferiti da Dio

 

La visita dei pastori a Gesù e a sua Madre ; Lc 2, 16-21

L'angelo aveva annunciato la nascita del Salvatore, dando un segnale per riconoscerlo; Troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia !. Loro aspettavano il Salvatore di tutto un popolo e dovranno riconoscerlo in un bambino appena nato, povero, che giace accanto a due animali. Grande sorpresa !

Il piano di Dio avviene in modo inaspettato, pieno di sorprese. Questo succede anche oggi. Un bambino povero sarà il Salvatore del mondo ??? 

Ma intanto i pastori vanno a Betleme, credono e raccontano la visione degli angeli. Prima vogliono vedere ; Andiamo a vedere , a verificare questa visione. La parola di Dio spinge ad andare a oltre, compie ciò che dice. 

Al racconto dei pastori Maria custodiva tutti gli avvenimenti nel cuore , meditandole nel suo cuore; cioè ruminarle ed illuminarle con la luce della Parola di Dio, per poi giungere a capire meglio tutto il significato per avvenire. 

I PRIMI INVIATI SONO I PASTORI

I pastori erano persone emarginate, poco apprezzate. Vivevano insieme agli animali, separate dal resto dell'umanità. A causa del contatto permanente con gli animali erano considerati impuri. Mai, nessuno li avrebbe invitati a visitare un neonato. Ma proprio a questi pastori appare l'Angelo del Signore per trasmettere la grande notizia della nascita di Gesù. Davanti all'apparizione degli angeli, loro si riempiono di timore. ma l'Angelo dice ; Non temete e loro andarono senza indugio, e dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. Tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com'era stato detto loro.