Battezzati in Spirito e Fuoco

 

Viene Colui che è più forte di me;  LC 3,15-16.21-22

Il Battista inizia a dipingere il ritratto di cristo con l'aggettivo * forte * ; il Signore regna, si riveste di maestà, si cinge di forza. Ecco , Sion, a te viene il tuo re. Accolgo con cuore questo Re nella mia vita ?????

Io non sono degno di skegare i lacci dei sandali; Il Battista dinanzi al Messia che viene si sente servo, e per di più umile e indegno; io non sono degno... Poi presenta il battesimo che il personaggio annunciato compirà; Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Nel Salmo 104,30 lo Spirito  di Dio è definito il principio che crea e rigenera l'essere; Mandi il tuo spirito, sono creati, e rinnovi la faccia della terra. Invece il fuoco è per eccellenza un simbolo divino; riscalda e incendia, anima e distrugge, è sorgente di calore e di morte. 

La colomba è simbolo dello Spirito di Dio che invadeva i profeti, ma che ora viene effuso in pienezza sul Messia come aveva predetto Isaìa; Su di Lui si poserà lo spirito del Signore. Il simbolo della colomba sta a indicare che nella venuta di Gesù si realizza la presenza perfetta di Dio che si manifesta nell'effusione del suo Spirito.  E' questa pienezza di Spirito Santo che consacra Cristo per la sua missione salvifica e per il compito di rivelare agli uomini la parola definitiva del Padre. 

Senz'altro il segno della colomba indica al lettore del racconto del battesimo che Dio sta per incontrarsi con l'uomo. L'ntreccio di questo incontro si avvera nella persona di Gesù. Se il Battista aveva presentato Gesù come il Messia che nell'AT rimane sempre un uomo, anche se perfetto- ora Dio si accinge a definire Gesù come il Figlio * prediletto * . Titolo che indica una presenza di Dio suprema e che supera quella che si sperimentava nel culto o in altri aspetti della vita d'Israele.

TU SEI MIO FIGLIO PREDILETTO;

E'un altro segno che accompagna la manifestazione di Gesù nelle acque del Giordano; Ecco il mio eletto, di cui mi compiaccio, il mio servo che io sostengo. Dalla voce del cielo traspare la qualità trascendente, divina, unica della persona di Gesù. Tale appartenenza di Gesù al mondo di Dio sarà visibile, palpabile, sperimentabile anche nella sua umanità. nella sua presenza in mezzo agli uomini, nel suo peregrinare tra le strade della Palestina.

La Parola di Dio intende mostrarci con il racconto del battesimo la solenne presentazione di Gesù al mondo. Essa sarà completa solo nella croce e nella risurrezione . Infatti sulla croce vengono riproposti due volti di Cristo, quello umano-salvifico con la morte in croce per la nostra redenzione, quello divino tramite la professione di fede del centurione ; Veramente costuì è Figlio di Dio !. La Parola di Dio ci invita a contemplare e adorare il volto di Cristo.