IO SONO VOCE CHE GRIDA NEL DESERTO

 

 

DOPO  DI  ME  VERRA'   UNO   CHE   E'   PRIMA   DI  ME.

 

ECCO IL TEMPO PASSA PIU' VELOCE  DEL  VENTO  E'  VENUTO  IL  CREATORE  DEL  MONDO .

Per quanto breve, semplice e nascosta possa essere la nostra vita, sarebbe sufficiente a darle un valore infinito, se servisse anche solo a togliere un ciottolo dalla strada per appianare la via alla venuta del Signore nel cuore di un fratello. Giovanni, temprato nella solitudine del deserto alla meditazione e alla penitenza, cerca di nascondersi e quasi scomparire in colui che deve presentare al mondo. 

 

Ogni cristiano è chiamato a essere un battistrada del Cristo, una voce che grida nel deserto del mondo, portatore del Verbo, banditore del suo Vangelo. L'infinita potenza di Dio vuole anche oggi servirsi della nostra poverta, della nostra impotenza per manifestarsi agli uomini. Siamo invitati a prestare la nostra voce, le nostre forze, la nostra vita a Dio. Nella misura in cui ci lasceremo prendere dalla fiamma del suo amore, fino a lasciarci bruciare, come ceri sull'altare, splenderà più pura la sua luce di verità e di salvezza attorno a noi.