VENDI QUELLO CHE HAI, POI VIENI E SEGUIMI !!!!!!!!

 

      RICCHEZZA  E  DISPONIBILITA' ( Marco 10,17-30 ) 

VENDI QUELLO CHE HAI....., per acquistare la perla preziosa, il tesoro unico, per seguire Gesù, bisogna vendere tutto. Non si può, infatti, servire a due padroni, e il denaro è un padrone esigente; soffoca nell'avaro la parola del Vangelo, fa dimenticare l'essenziale, la sovranita di Dio, blocca sulla via della perfezion. Chiunque di voi non rinunzia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo. 

DISPONIBILITA' E DISTACCO

Il denaro ( la ricchezza ) non è cattivo; lo diviene quando l'uomo fonda in esso la sua ricchezza ultima e ne fa suo dio, pronunciando a suo riguardo l'*amen *, che è dovuto solo a Dio; in sè è realtà buona che serve a tutti.

Certo può essere simbolo di molte * iniquità * e ricordare le terribili ingiustizie, a prezzo delle quali è stato acquistato; ma è soprattutto simbolo del lavoro umano che viene da esso retribuito e delle speranze umane che può realizzare. Legato al progresso personale e collettivo dell'uomo, è da un certo punto di vista il simbolo attuale ed efficace degli sforzi passati e delle speranze future. E * l'avere *, acquistato per poter * essere *. 

Il denaro è anche il mezzo per fare del bene. In esso c'è il pane che bisogna dare agli affamati, l'acqua che bisogna dare agli assetati; può essere il simblo della carità, quando questa usa per esercitarsi concretamente in favore degli uomini. 

COMPROMETTERSI  E'  CONDIVIDERE 

In realtà la poverta proposta anche al ricco non è * non avere nulla *, ma di compromettersi con i poveri, specialmente con quelli che mancano della capacità di organizzarsi, di difendersi, di liberarsi.

Compromettersi cristianamente è condividere le proprie ricchezze come Francesco d'Assisi. Seguire Cristo significa incontrare i poveri sulla propria strada. L'aver dato da mangiare all'affamato, vestito l'ignudo, visitato il malato o il carcerato, sarà titolo determinate al momento del giudizio definitivo. Con esempi tratti dal suo ambiente, Gesù ha voluto far capire che solo chi sente la fame, la nudità, la ristrettezza, il bisogno, l'abbandono sofferto dagli altri e fa di tutto perchè ne siano liberati, è l'uomo del Regno.

Ma decidersi per i poveri non basta. Gesù chiede di più, e cioè, che ciscuno di noi si faccia volontariamente * povero *. E' programma di vita proposto da lui e che i suoi seguaci dovranno vivere nello spirito delle beatitudini.